Messina | Offese e minacce ai condomini con bambole vudù, allontanata 60enne

Messina | Offese e minacce ai condomini con bambole vudù, allontanata 60enne

Ieri è stata eseguita dai poliziotti del Commissariato di S.Agata Militello la misura cautelare del divieto di dimora nei confronti di una donna sessantenne. La vicenda ha avuto origine nei mesi scorsi da una serie di denunce presentate da residenti di un condominio di Sant’Agata Militello, tutte caratterizzate dallo stesso elemento: si lamentavano delle costanti minacce, urla, molestie ed ingiurie da parte della donna sessantenne che viveva nello stesso edificio.

Il materiale probatorio raccolto, che includeva le testimonianze di tutti i condomini oltre a numerosi verbali di sopralluogo ed ispezione della polizia giudiziaria, ha delineato un quadro completo di soprusi e vendette sistematiche da parte della donna.

La sessantenne avrebbe costretto i condomini a vivere in uno stato costante di paura ed ansia, costringendoli a modificare le proprie abitudini di vita e impedendo loro persino di affacciarsi alle finestre dell’edificio, minacciandoli di insulti e violenze. Si è anche verificato che avrebbe prelevato la spazzatura condominiale per depositarla davanti alla porta di una delle vittime, e in almeno un’occasione avrebbe collocato bambole voodoo sul portoncino d’ingresso di una persona offesa. Inoltre, avrebbe ostacolato il condominio nella realizzazione di opere necessarie per la salvaguardia delle norme igienico-sanitarie, impedendo alle ditte di eseguire i lavori.

Il quadro probatorio raccolto ha portato la Procura della Repubblica di Patti a richiedere al Gip la misura del divieto di dimora, che è stata condivisa dall’accusa e eseguita nel comune di Sant’Agata di Militello. Si sottolinea che, in ottemperanza al principio di non colpevolezza fino a sentenza definitiva di condanna, saranno effettuati ulteriori accertamenti se necessario, nell’interesse dell’arrestato.