Siracusa | Uccisi a fucilate mentre raccolgono arance: ergastolo ai due custodi del terreno

Siracusa | Uccisi a fucilate mentre raccolgono arance: ergastolo ai due custodi del terreno

La sentenza all’ergastolo per Giuseppe Sallemi, 45 anni, e Luciano Giammellaro, 73 anni, i due custodi di Lentini accusati del duplice omicidio di Massimiliano Casella, 47 anni, e Agatino Saraniti, 19 anni, con il tentato omicidio di Gregorio Signorelli è stata confermata dalla Corte di Appello di Catania. Gli eventi risalgono a febbraio 2020, quando i tre catanesi furono sorpresi mentre tentavano di rubare arance da un terreno agricolo a Lentini, provincia di Siracusa.

Secondo le indagini coordinate dai magistrati, durante lo scontro scoppiato, gli imputati avrebbero sparato colpi di fucile, uccidendo Saraniti e Casella e ferendo gravemente Signorelli, che riuscì per miracolo a sopravvivere. Durante gli interrogatori, Signorelli raccontò di essere stato vittima insieme agli altri due di una vendetta orchestrata. La Corte d’Assise di Siracusa aveva condannato entrambi gli imputati all’ergastolo, Sallemi per il duplice omicidio e il tentato omicidio, e Giammellaro per l’omicidio di Saraniti.

Durante il processo, Sallemi tentò di scaricare le responsabilità del duplice omicidio su Giammellaro e suo figlio, ma la giustizia respinse questa versione.

#post_seo_title