Caldo fuori stagione, ma fino a quando durerà?

Caldo fuori stagione, ma fino a quando durerà?

Un promontorio anticiclonico di origine subtropicale sta portando stabilità e temperature significativamente superiori alla media in gran parte dell’Europa, con prospettive di persistenza nel medio termine. Le previsioni indicano geopotenziali elevati almeno fino a metà mese. Questo comporterà un aumento delle temperature, inizialmente a causa di venti provenienti dall’Africa e successivamente per la forte pressione atmosferica, con valori quasi ovunque superiori alle medie stagionali.

Tuttavia, questa situazione non è del tutto positiva. Se da un lato si possono registrare giornate con temperature estive più che primaverili, con valori che possono superare i 20 gradi Celsius nelle zone di pianura interna, dall’altro si prospetta un aprile con scarse o nulle precipitazioni, nonostante sia tradizionalmente un mese piovoso. Questo è motivo di preoccupazione, specialmente dopo la siccità che ha colpito molte aree tra febbraio e marzo, con particolare gravità in Sicilia.

Inoltre, sulle Alpi, dopo le abbondanti nevicate, aumenta il rischio valanghe a causa del manto nevoso che non ha avuto il tempo di compattarsi.

Le previsioni meteo per i prossimi giorni indicano un’anomalia termica anche di 10 gradi rispetto alla media. L’aria calda proveniente dall’Africa avrà un impatto significativo a partire dal prossimo fine settimana. Le temperature saranno eccezionalmente alte, con punte di 10-14°C sopra la media su gran parte dell’Italia, e addirittura di 16-18°C sopra la media sulle Alpi. In altre parti dell’Europa, come Francia e Germania, si potrebbero registrare anomalie termiche fino a 20 gradi Celsius.

In pratica, lo zero termico potrebbe sollevarsi fino a 4000 metri di quota, come in piena estate, mentre diverse località a 1300-1500 metri potrebbero registrare picchi pomeridiani di 16-18 gradi Celsius. Domenica sarà la giornata più calda, con massime che potrebbero raggiungere i 23/26 gradi sulla Pianura Padana, 24/27 gradi sulle regioni centrali e 26/28 gradi al Sud, con picchi superiori non esclusi in Sardegna e in altre zone. Queste condizioni di caldo persistente sono previste fino al 15 aprile, secondo i modelli di calcolo attuali.