Genova | Il patrimonio editoriale della Liguria gode di ottima salute

Genova | Il patrimonio editoriale della Liguria gode di ottima salute

Oltre 14mila titoli prodotti a catalogo, 1.050 nell’ultimo anno, da 37 editori: sono i numeri aggiornati del patrimonio librario ligure che il 16 aprile a Genova a Palazzo Ducale saranno protagonisti della prima edizione degli ‘Stati generali dell’Editoria’.

Il progetto è stato presentato nella sala della trasparenza della Regione Liguria dalla coordinatrice regionale delle Politiche culturali Jessica Nicolini, la consigliera delegata ai Grandi eventi del Comune di Genova Federica Cavalleri, i portavoce degli editori Stefano Termanini e Marco Merli. Sarà una giornata interamente dedicata all’editoria: dal bilancio di Genova Capitale italiana del Libro 2023 con quasi 150 opere presentate, agli incontri tematici ‘Dieci volti di Genova’, fino a toccare le prossime sfide culturali, tra cui spicca la presenza della Liguria come Regione ospite al Salone internazionale del Libro a Torino. L’iniziativa promossa dagli editori genovesi intende discutere idee e proposte emerse durante gli appuntamenti ‘Dieci volti di Genova: gli editori e la città.

Tra i progetti, anticipa Merli, “la creazione di spazi fissi urbani a Genova dedicati alla promozione dell’editoria ligure, con il sostegno di Regione Liguria e Comune di Genova, l’intento è infatti di riportare il libro al centro della riflessione collettiva”. “Gli Stati generali dell’Editoria suggellano un percorso che ha messo i libri al centro delle nostre politiche culturali. Lo abbiamo fatto con Genova Capitale del Libro, durante il quale è stato presentato un libro ogni tre giorni, lo faremo presto a Torino, dove la Liguria sarà Regione ospite del Salone del Libro, e stiamo lavorando con la Conferenza delle Regioni per portare un evento dedicato ai nostri editori anche alla Buchmesse di Francoforte”, annuncia Nicolini.
    “La giornata dedicata all’editoria è un’occasione unica per fare il punto sulle numerose iniziative organizzate in occasione di Genova Capitale del Libro. – commenta Cavalleri – Il confronto tra editori, istituzioni e cittadini durante gli Stati generali dell’Editoria rappresenta infatti una grande opportunità per discutere idee e proposte concrete, che possano arricchire il panorama culturale della città”.