Napoli | Truffe agli anziani, finti carabinieri e avvocati, arrestati

Napoli | Truffe agli anziani, finti carabinieri e avvocati, arrestati


Finti avvocati e finti carabinieri hanno unito le forze per truffare anziani, come hanno scoperto i veri carabinieri che hanno arrestato tre persone a Napoli. I tre avevano preso di mira una donna di 72 anni originaria di Messina.

Nel loro appartamento, avevano allestito una centrale operativa con un vero e proprio call center. L’inganno per attirare l’anziana consisteva nella falsa accusa di un incidente stradale causato dal figlio e nella richiesta di denaro per scagionarlo. Mentre tentavano di convincere la vittima al telefono, i carabinieri della stazione di Borgoloreto e del nucleo operativo Stella erano fuori dall’appartamento, pronti a intervenire. Hanno utilizzato la scusa della puzza di marijuana per ottenere l’ingresso e hanno sorpreso i truffatori con un’abile serie di bugie, fingendosi vicini di casa indignati. Quando la porta si è aperta, è scattato il blitz: Saverio Ianniello, Domenico De Martino e Roberto Messina sono stati arrestati.

Nell’abitazione è stato scoperto un piccolo call center dedicato alle truffe agli anziani. Durante la perquisizione sono stati sequestrati 10 cellulari, oltre 1600 euro in contanti, un quaderno di appunti con i dettagli delle truffe in corso, 4 sim card intatte e una danneggiata, gettata dalla finestra poco prima del blitz. Inoltre, è stato trovato un grammo di marijuana, anch’esso sequestrato.

I tre sono stati posti ai domiciliari e dovranno rispondere di tentata truffa. La vittima, una donna di 72 anni residente in un piccolo paese della provincia di Messina, è stata messa in salvo.