Giro d’Italia | L’urlo di Jonathan Milan all’arrivo ad Andora

Giro d’Italia | L’urlo di Jonathan Milan all’arrivo ad Andora

Come nell’edizione 2023, è Jonathan Milan a rompere il ghiaccio per i corridori italiani al termine di una volata regale, lanciata a 150 metri dall’arrivo e conclusa con la sua classica esultanza. A nulla è valsa la rimonta di Kaden Groves, che si è dovuto accontentare del secondo gradino del podio superando al colpo di reni Phil Bauhaus. Anche oggi i velocisti hanno dovuto faticare per arrivare allo sprint a causa dell’attacco lanciato da Filippo Ganna sull’ascesa di Capo Mele. L’ex campione del mondo della cronometro, che aveva scollinato con 10″ sul gruppo, si è dovuto arrendere ai -500 metri, rimontato dalla trenata del suo compagno di nazionale nell’inseguimento a squadre Simone Consonni. Oltre alla gioia per la vittoria, la seconda al Giro d’Italia dopo quella ottenuta esattamente un anno fa a San Salvo, Jonathan Milan scalza Tim Merlier dalla vetta della classifica per la Maglia Ciclamino, da lui già conquistata nel 2023.  

ORDINE D’ARRIVO
1 – Jonathan Milan (Lidl-Trek) – 190 km in 4h16’03”, media di 44.552 km/h
2 – Kaden Groves (Alpecin-Deceuninck) s.t.
3 – Phil Bauhaus (Bahrain Victorious) s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1 – Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)
2 – Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) a 46″
3 – Daniel Felipe Martinez (Bora – Hansgrohe) a 47″