Pescara | Offrono droga e al suo rifiuto lo picchiano al terminal bus, 3 arresti

Pescara | Offrono droga e al suo rifiuto lo picchiano al terminal bus, 3 arresti


Inizialmente gli hanno proposto stupefacenti, ma di fronte al suo rifiuto, lo hanno aggredito fisicamente e gli hanno spruzzato spray al peperoncino in faccia, per poi sottrargli 300 euro e lo smartphone.

Tre giovani stranieri sono stati arrestati per rapina in flagranza di reato, avvenuta lunedì scorso presso il terminal bus di Pescara. La vittima, un trentenne appena arrivato con il pullman, è stata presa di mira dai tre aggressori.

La Polizia di Pescara è riuscita a identificare i rapinatori grazie a servizi di sorveglianza avviati in seguito a segnalazioni di molestie da parte di gruppi di giovani nell’area circostante, nonché in collaborazione con le aziende di trasporto abruzzesi.

Dopo una chiamata alla Sala Operativa della Questura, gli agenti della Squadra Mobile, della Squadra Volante e del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo hanno avviato le ricerche e individuato i tre giovani, ancora in possesso di parte del bottino e dello spray urticante. Successivamente, analizzando le registrazioni delle telecamere di sorveglianza del terminal bus, hanno raccolto ulteriori prove contro di loro.

I tre aggressori sono stati arrestati e consegnati all’Autorità Giudiziaria della Procura di Pescara e della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni dell’Aquila. Sono stati denunciati per lesioni aggravate, mentre due di loro sono stati anche accusati di porto d’arma, poiché sono stati trovati in possesso di coltelli.