Venezia | G7: Le prime sessioni di lavoro

Venezia | G7: Le prime sessioni di lavoro

Il G7 a Venezia ha inizio con le prime sessioni di lavoro presso la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista a San Polo nel pomeriggio, mentre di sera le delegazioni si trasferiranno a Palazzo Ducale per la foto di gruppo in piazza San Marco. Il vertice, presieduto dall’Italia, vede la partecipazione dei ministri della Giustizia di Stati Uniti, Francia, Germania, Regno Unito, Canada e Giappone, guidati dal guardasigilli Carlo Nordio.

La città è stata messa sotto stretta sorveglianza con centinaia di agenti di polizia per garantire il corretto svolgimento dei lavori del G7. Alle 17 di giovedì è previsto l’arrivo dei centri sociali alla stazione di Santa Lucia, in un contesto di massima allerta per eventuali manifestazioni.

I temi all’ordine del giorno del vertice riguardano una vasta gamma di questioni, dalle guerre in corso alla ricostruzione post-bellica, dalla lotta alla corruzione al contrasto al crimine organizzato e alla cyber sicurezza. Si discuterà anche di intelligenza artificiale e della difesa dello stato di diritto.

Martedì, in prefettura, si è tenuto l’ultimo incontro Cosp con i Corpi della polizia e le istituzioni per coordinare le operazioni logistiche e di sicurezza. La polizia locale ha emanato ordinanze per limitare il traffico e garantire la viabilità, mentre le delegazioni alloggeranno in diverse strutture della città.

Le sessioni di lavoro del G7 prevedono anche una cerimonia di benvenuto e una conferenza stampa conclusiva del ministro Carlo Nordio. L’allerta è massima considerando le possibili azioni estemporanee durante le manifestazioni preventivate.