L’Aquila | Usa carta carburante del Comune per far benzina all’auto privata

L’Aquila | Usa carta carburante del Comune per far benzina all’auto privata


Un dipendente del Comune dell’Aquila è stato denunciato dai Carabinieri Forestali per aver utilizzato in modo improprio le carte carburante fornite dall’amministrazione per rifornire la propria auto.

Le indagini avviate nel marzo precedente hanno rivelato che un uomo di 36 anni avrebbe ripetutamente utilizzato le carte assegnate al Comune per effettuare rifornimenti personali. Le indagini sono state condotte dal Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale (Nipaaf) del Gruppo Forestale dell’Aquila, su incarico della Procura locale, con il supporto della sezione di polizia giudiziaria dei Carabinieri.

Durante un mese di sorveglianza dell’impianto di distribuzione carburante tramite microcamere, l’indagato avrebbe compiuto tredici rifornimenti, utilizzando l’intero credito giornaliero massimo consentito di 40 euro per ciascuna carta. I prelievi avvenivano in modalità self-service presso un impianto convenzionato con il Comune, situato in viale Gran Sasso, durante gli orari in cui il titolare era assente.

Le carte utilizzate erano associate a veicoli che non erano più di proprietà del Comune da diversi mesi, essendo stati rimossi dal parco auto. Questo dettaglio ha sollevato sospetti tra i dirigenti comunali, che hanno avviato un’indagine interna culminata nella segnalazione alle autorità competenti. Le due carte carburante utilizzate e le due autovetture sono state sequestrate per consentire una comparazione dei fotogrammi estratti dalle microcamere installate dai Carabinieri.