Reggio Calabria | Lavoro irregolare, bloccata l’apertura stagionale di un lido: 2 denunce

Reggio Calabria | Lavoro irregolare, bloccata l’apertura stagionale di un lido: 2 denunce

I carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria, insieme al Nucleo carabinieri Ispettorato del Lavoro, hanno effettuato un controllo congiunto presso un noto lido balneare in fase di allestimento lungo il lungomare della città. Durante l’ispezione, è emerso che il 27enne reggino, amministratore unico e legale rappresentante dello stabilimento, insieme al titolare di una ditta di termoidraulica e altri individui coinvolti nell’attività di montaggio delle strutture, commettevano numerose irregolarità.

Le violazioni riscontrate includevano l’impiego di manodopera clandestina, l’installazione di un impianto elettrico da cantiere non conforme alle normative, e la mancata osservanza delle disposizioni riguardanti la sorveglianza sanitaria e la prevenzione del lavoro irregolare.

In seguito alle operazioni, i carabinieri hanno deferito in stato di libertà sia l’amministratore del lido balneare che il titolare dell’impresa termoidraulica, e hanno emesso multe amministrative per un totale di oltre 33.000 euro. Inoltre, è stata sospesa l’attività imprenditoriale.

Il contrasto dei reati legati al lavoro è una priorità costante e quotidiana per i carabinieri. Vengono regolarmente effettuati servizi mirati per garantire il rispetto delle normative e assicurare la sicurezza e i diritti dei lavoratori in ogni ambito lavorativo.