Agricoltura | Copagri Basilicata: “situazione critica”

Agricoltura | Copagri Basilicata: “situazione critica”


La situazione è estremamente critica e sta mettendo in pericolo molti settori chiave dell’agroalimentare lucano. Questo è stato evidenziato dal presidente della Copagri Basilicata, Nicola Minichino, in una nota, in cui ha sottolineato che “l’elenco delle difficoltà con cui gli agricoltori lucani devono confrontarsi quotidianamente continua ad allungarsi, simile a quello dei loro colleghi in altre parti d’Italia. Oltre alla difficile situazione economica caratterizzata da costi di produzione elevati e condizioni di mercato sfavorevoli, si sono aggiunti gli effetti del cattivo tempo, con un inverno estremamente caldo seguito da una primavera molto secca e con poche precipitazioni.”

Secondo il dirigente dell’organizzazione di categoria, “le scarse piogge hanno quasi completamente esaurito le risorse idriche necessarie all’irrigazione dei campi, con conseguenze dirette sulla produttività delle aziende. Si prevedono significativi cali produttivi, con riduzioni fino al 50-60% per il grano duro e del 40% per gli altri seminativi, con danni ancora più gravi per le leguminose e le foraggere, con conseguenze pesanti sulla filiera zootecnica. Senza dimenticare il settore olivicolo, che subisce gli effetti dell’assenza di programmazione delle semine orticole primaverili ed estive a pieno campo.”

Minichino ha concluso sottolineando l’importanza di accelerare la nomina della nuova giunta regionale per poter avere un assessore dedicato che possa proteggere il tessuto imprenditoriale e produttivo del settore primario della Basilicata, considerando anche le conseguenze dei danni causati dalla fauna selvatica, in particolare dai cinghiali.