Alatri | Omicidio Bricca, in aula proiezione con l’agonia del povero Thomas

Alatri | Omicidio Bricca, in aula proiezione con l’agonia del povero Thomas

Le struggenti immagini della lotta per la vita di Thomas, catturate da una webcam utilizzata da uno dei carabinieri intervenuti a Largo Cittadini la sera del 30 gennaio 2023, sono state proiettate in aula ieri, suscitando profonda commozione tra i presenti. L’avvocato Marilena Colagiacomo, difensore del padre di Thomas Bricca e della sorella minorenne, ha richiesto che la ragazzina fosse allontanata per proteggerla dalla forte impressione delle immagini. Nel video ricostruttivo si è potuto osservare chiaramente il tentativo di rianimazione da parte del personale del 118, il trasporto di Thomas in ambulanza e il suo arrivo al pronto soccorso dell’ospedale San Benedetto. Si tratta di un documento cruciale che illustra le fasi successive all’aggressione fatale.

L’udienza ha poi proseguito con l’audizione dei testimoni. Di particolare rilevanza è stata la deposizione del medico legale Giorgio Bolino, nominato perito dalla Procura di Frosinone. Secondo il suo parere, il colpo di pistola che ha causato la morte del 19enne Thomas Bricca è stato sparato con estrema precisione da una distanza di circa venti metri, perforando il cranio da parte a parte e terminando la sua traiettoria sopra la tettoia di una porta nelle case della località “Girone” di Alatri. Il medico ha descritto il colpo come preciso e devastante, colpendo la fronte e rendendo vano l’intervento chirurgico al San Camillo nel tentativo di salvarlo.

Durante l’udienza sono stati ascoltati diversi testimoni presenti in un agriturismo di Veroli la sera del delitto, dove sostengono di esserci stati anche i due imputati, Roberto Toson e suo figlio Mattia, oggi assenti di fronte ai giudici della Corte d’Assise di Frosinone. Uno dei testimoni, amico di Mattia Toson, ha raccontato di essere giunto alla festa dopo diverso tempo dall’inizio, avendo appreso di una sparatoria al “Girone” e sospettando che Mattia fosse il bersaglio. Un altro testimone ha riferito di aver partecipato alle risse avvenute ad Alatri la vigilia dell’omicidio di Thomas, ma ha ricevuto molte contestazioni durante il suo interrogatorio. L’udienza è stata rinviata al prossimo 3 maggio.