Ancona | Uccide la moglie malata e si spara, morto 86enne

Ancona | Uccide la moglie malata e si spara, morto 86enne

Bruno Cartechini, un 86enne di Corridonia (Macerata), è deceduto nella notte nel reparto di Rianimazione della clinica ad Ancona, dove era stato ricoverato dal 31 marzo. La tragica vicenda ha avuto inizio la mattina del giorno di Pasqua, nella sua abitazione in contrada Macina, verso le 6.45, quando Cartechini ha sparato con il proprio fucile da caccia, uccidendo la moglie, Palma Romagnoli, anche lei 86enne, affetta da Alzheimer e con problemi di deambulazione, bloccata a letto.

Dopo aver sparato alla moglie, Cartechini ha puntato l’arma contro sé stesso, sparandosi all’addome. Nonostante l’arrivo tempestivo dei sanitari e dei carabinieri, per la donna non c’era più nulla da fare, mentre il marito è stato trasferito in eliambulanza ad Ancona in condizioni critiche.

Dopo un intervento chirurgico e tre giorni in Rianimazione, Cartechini è purtroppo deceduto nella notte a causa delle gravi ferite causate dal colpo di fucile. Secondo le testimonianze raccolte dai carabinieri, l’uomo era profondamente provato dalle condizioni della moglie, malata e bloccata a letto, che accudiva costantemente, e non sopportava l’idea di vederla soffrire in quelle condizioni.

Nella stessa casa, al piano superiore, vive la figlia della coppia con il marito, che hanno allertato le autorità dopo aver udito il colpo di fucile provenire dal piano inferiore, dove si è consumata la tragedia.