Archi (RC) | Divieto assoluto di utilizzo dell’acqua a scopo alimentare in un asilo nido

Archi (RC) | Divieto assoluto di utilizzo dell’acqua a scopo alimentare in un asilo nido

La singolare vicenda dell’approvvigionamento idrico presso il nido comunale “Il Mago di Oz” di Archi ha destato l’attenzione della coordinatrice Maria Francesca Megale, la quale ha deciso di portare alla luce gli eventi: “Da diversi mesi, assistiamo a una sorprendente serie di passaggi di responsabilità riguardanti l’utilizzo dell’acqua a fini alimentari presso il nido comunale. Ecco quanto accaduto: il 11 ottobre 2023 è stato eseguito un campionamento delle acque del nido comunale “Il Mago di Oz” ad opera del SIAN. Due giorni dopo, il 13 ottobre 2023, abbiamo ricevuto una comunicazione di non conformità e quindi il divieto assoluto di utilizzare l’acqua per scopi alimentari. Si fa riferimento al fatto che l’intera zona di Archi è soggetta, dal 28 settembre 2012, a un’ordinanza sindacale che ne dichiara la non potabilità. Tuttavia, l’ordinanza non era mai pervenuta al nido comunale, che è in attività dal 25 gennaio 2017″.

La coordinatrice ha poi ricostruito gli eventi: “Immediatamente, la cooperativa Raggio di Sole, attuale gestore del nido, ha inviato una comunicazione al personale incaricato, ordinando di utilizzare acqua imbottigliata per scopi alimentari, sia per la preparazione dei pasti che per il lavaggio dei prodotti alimentari. È stato quindi ordinato un ingente carico di bottiglie d’acqua e in cucina si è iniziato a utilizzare l’acqua imbottigliata per lavare frutta e verdura, preparare i 50 pasti giornalieri previsti, lavare i biberon dei bambini, eccetera”.