Attualità | Assicurare un veicolo con targa polacca. Trucchetti al limite della legalità che comportano enormi rischi ma un grande risparmio

Attualità | Assicurare un veicolo con targa polacca. Trucchetti al limite della legalità che comportano enormi rischi ma un grande risparmio

Il fenomeno delle targhe straniere, come ad esempio le targhe polacche, utilizzate per risparmiare sui costi dell’assicurazione, è un argomento che ha suscitato un notevole interesse, specialmente in un contesto in cui le tariffe assicurative in Italia possono essere molto elevate. Tuttavia, è importante comprendere i rischi e le implicazioni legali legate a questa pratica.

Le promesse di risparmi significativi attraverso l’utilizzo di targhe straniere possono essere allettanti, ma è essenziale considerare che queste offerte potrebbero essere al limite della legalità o addirittura illegali. Le agenzie che promettono di ridurre i costi dell’assicurazione mediante l’utilizzo di targhe straniere spesso operano attraverso strategie che coinvolgono pseudo contratti di noleggio o la compiacenza di prestanome. In pratica, l’auto viene immatricolata in un altro paese, come la Polonia, e assicurata con polizze estere a costi notevolmente inferiori rispetto a quelli italiani. Tuttavia, queste pratiche possono comportare seri rischi legali e finanziari per chi le adotta.

In primo luogo, è importante sapere che tutte le auto con targa straniera devono essere immatricolate e assicurate in Italia nel momento in cui circolano sul territorio italiano per più di 12 mesi. In caso contrario, il conducente rischia multe salate, il ritiro del libretto e il sequestro dell’auto. Le regole introdotte nel 2022 hanno reso più severi i controlli su questo tipo di pratiche, con sanzioni ancora più pesanti per coloro che le violano.

Inoltre, ci sono rischi significativi legati all’assicurazione e alla responsabilità legale. Se si causa un incidente con un veicolo con targa straniera non adeguatamente assicurato, potrebbe essere estremamente difficile ottenere il risarcimento dei danni. Inoltre, il conducente potrebbe essere personalmente responsabile per i danni causati a terzi, rischiando seri problemi finanziari.

Infine, ci sono complicazioni potenziali in caso di rivendita del veicolo, dal momento che potrebbe essere intestato a un’altra persona o società. Se la società che fornisce il servizio fallisce, ci si potrebbe ritrovare senza auto e con una serie di complicazioni burocratiche da affrontare.

In sostanza, mentre le promesse di risparmi attraverso l’utilizzo di targhe straniere possono sembrare allettanti, è fondamentale comprendere i rischi e le conseguenze legali di tali pratiche. Soprattutto, è importante valutare attentamente se vale la pena mettere a rischio la propria sicurezza finanziaria e legale per risparmiare sui costi dell’assicurazione.