Bari | Il centrodestra annuncia la mozione di sfiducia su Michele Emiliano

Bari | Il centrodestra annuncia la mozione di sfiducia su Michele Emiliano


Il centrodestra in Consiglio regionale della Puglia presenterà una mozione di sfiducia nei confronti del presidente Michele Emiliano entro le prossime 48 ore.

L’annuncio è stato fatto questa mattina durante una conferenza stampa convocata dai gruppi di Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega e La Puglia Domani. La decisione è stata presa in seguito al rinvio del Consiglio regionale previsto per il 23 aprile, accusando il centrosinistra di non avere più la maggioranza.

Con l’uscita del Movimento 5 Stelle dalla maggioranza a causa delle questioni giudiziarie coinvolgenti alcuni esponenti, le dimissioni dei membri del gruppo Pd Michele Mazzarano e Anita Maurodinoia e quelle del capogruppo di Con, Giuseppe Tupputi, il centrosinistra potrebbe non avere più una solida maggioranza in Aula.

Francesco Ventola, capogruppo di Fratelli d’Italia, ha dichiarato: “Quanto accaduto è un chiaro abuso di potere. Non è mai stato sconvocato un Consiglio regionale per la mancanza di alcuni membri. È un atteggiamento arrogante e autoritario. Il presidente Emiliano ha raggiunto il limite, è ora di porre fine alla sua presidenza. Presenteremo la mozione di sfiducia e speriamo che altre forze dell’opposizione la appoggino”.

Secondo Giacomo Conserva, capogruppo della Lega, “Emiliano non ha più la maggioranza per continuare”. Paride Mazzotta, capogruppo di Forza Italia, ha aggiunto: “Non possiamo rimanere in silenzio di fronte a questa mancanza di rispetto. I lavori del Consiglio vengono rimandati solo per questioni legate alla ricerca dei numeri. È ora di porre fine a questo disordine”.

Per Paolo Pagliaro, capogruppo de La Puglia Domani, “Il metodo di Emiliano, basato su trasformismo e opportunismo, è fallito. Siamo diventati la Regione delle banane, con un Consiglio regionale svilito e inefficiente. È una situazione di totale ingovernabilità”.