Brescia | Neonata morta durante il parto: si farà luce su cosa è successo

Brescia | Neonata morta durante il parto: si farà luce su cosa è successo

La tragedia avvenuta nel tardo pomeriggio di giovedì presso il reparto maternità della Poliambulanza di Brescia ha sollevato molte domande, le cui risposte saranno oggetto di un’indagine ordinata dalla Procura. Una giovane madre di 20 anni, originaria di Gavardo, e il suo compagno, nato nel Milanese, erano in procinto di dare alla luce la loro primogenita.

Secondo le ricostruzioni, tutto sembrava procedere regolarmente durante il parto fino al momento cruciale dell’espulsione della neonata. In quel momento critico, il corpo della bambina si sarebbe girato, rimanendo bloccato. Questa posizione ha ostacolato il flusso di ossigeno e, nonostante gli sforzi del personale medico, il cesareo non era possibile, così la bambina è stata partorita con un parto naturale forzato. Purtroppo, nonostante i tentativi di rianimazione durati diverse ore, il cuore della neonata ha cessato di battere.

La notizia della tragedia ha suscitato sconcerto e dolore in sala parto, mentre all’esterno, i parenti della coppia hanno appreso la terribile notizia e hanno reagito con rabbia. Alcuni di loro hanno minacciato danni alle strutture ospedaliere, costringendo il personale a chiamare le forze dell’ordine.

Il pubblico ministero Erica Battaglia ha ordinato il sequestro della cartella clinica e ha incaricato un medico legale di eseguire l’autopsia sul corpo della neonata. La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, coinvolgendo alcuni medici indagati per avviare le indagini. Nel frattempo, la direzione dell’ospedale ha diffuso un comunicato per illustrare la propria versione dei fatti, esprimendo profondo cordoglio per l’accaduto e assicurando piena collaborazione con l’autorità giudiziaria.