Brescia | Strage di piazza della Loggia del 1974, terzo rinvio a giudizio per Marco Toffaloni

Brescia | Strage di piazza della Loggia del 1974, terzo rinvio a giudizio per Marco Toffaloni


Marco Toffaloni, all’età di 16 anni, è stato deferito a giudizio dal giudice per l’udienza preliminare del tribunale minorile di Brescia per il suo presunto coinvolgimento nella strage di piazza della Loggia del 28 maggio 1974. Il processo è programmato per iniziare il 30 maggio, due giorni dopo il cinquantesimo anniversario dell’esplosione della bomba. Questo è il terzo procedimento giudiziario nei confronti di Toffaloni nell’arco di un anno, poiché i due precedenti sono stati annullati rispettivamente per questioni procedurali.

L’accusa avanzata dalla procura dei minori di Brescia nei confronti di Marco Toffaloni è quella di concorso in strage, in collaborazione con altre persone tra cui Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte, già giudicati e condannati all’ergastolo, nonché con Roberto Zorzi, il cui procedimento è in corso separatamente. L’accusa sostiene che tutti fossero affiliati all’organizzazione eversiva Ordine Nuovo e avessero pianificato l’attentato durante una manifestazione a Brescia nell’ambito di una serie di azioni terroristiche. In particolare, Toffaloni è accusato di aver posizionato l’ordigno esplosivo in un cestino per rifiuti situato vicino a una colonna dei portici che delimitano la piazza, e di averne causato l’esplosione, provocando la morte di otto persone e il ferimento di altre 102.