Campagna (SA) | Nancy Liliano la donna che ha travolto e ucciso i due carabinieri torna a casa

Campagna (SA) | Nancy Liliano la donna che ha travolto e ucciso i due carabinieri torna a casa

Nancy Liliano, la 31enne accusata di essere responsabile dell’incidente stradale che ha causato la morte di due carabinieri e il ferimento di altri due individui, è tornata a casa nel centro storico di Campagna (Salerno). Nel pomeriggio, l’avvocato Antonio Boffa l’ha incontrata presso la sua abitazione, dove risiede con la madre. L’avvocato ha dichiarato all’agenzia di stampa Ansa che Nancy è profondamente addolorata per l’accaduto, consapevole della tragedia che ha causato dolore non solo alle famiglie delle vittime, ma anche a sé stessa.

Nancy è stata recentemente dimessa dall’ospedale di Oliveto Citra insieme a un’amica 18enne che si trovava con lei nel SUV al momento dell’incidente. Non ci sono ancora comunicazioni ufficiali riguardo ai risultati dei test tossicologici di secondo livello condotti su di lei. Nel frattempo, la città di Campagna commemora i due giovani carabinieri con una fiaccolata. Il sindaco Biagio Luongo ha dichiarato che il Comune, insieme alla Chiesa, ha organizzato l’evento in memoria delle vite perdute. Saranno presenti autorità politiche, religiose, rappresentanti istituzionali e le famiglie delle vittime.

La donna è risultata positiva sia all’alcol test che alla cocaina ed è attualmente oggetto di un’indagine per omicidio stradale. I test tossicologici di secondo livello aiuteranno a determinare con precisione il momento del consumo della sostanza. Nancy Liliano è stata già informata degli avvisi di garanzia per omicidio stradale e lesioni personali stradali gravissime. In passato, è stata coinvolta in un’inchiesta riguardante il traffico di droga tra la Calabria e la piana del Sele, con l’accusa, tra gli altri, di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Ha deciso di patteggiare la pena e ha scontato tre anni di reclusione agli arresti domiciliari, completati nel 2020.