Caso Ferragni-Balocco | Accolto il ricorso delle associazioni: “ci fu l’inganno”

Caso Ferragni-Balocco | Accolto il ricorso delle associazioni: “ci fu l’inganno”

Il tribunale di Torino ha emesso una sentenza di rilevanza riguardante il ricorso presentato da Codacons, Associazione Utenti dei Servizi Radiotelevisivi e Adusbef contro l’azienda Balocco per il caso del pandoro ‘Pink Christmas’ associato a Chiara Ferragni. La sentenza ha riconosciuto la pratica scorretta di Balocco e l’ingannevolezza dei messaggi pubblicizzati relativi alla campagna di beneficenza legata alla vendita del prodotto.

Secondo il tribunale, le modalità di pubblicizzazione della pratica commerciale da parte di Balocco hanno trasmesso ai consumatori l’idea erronea che acquistando il pandoro ‘Pink Christmas’ avrebbero contribuito direttamente al finanziamento dell’Ospedale Regina Margherita di Torino per l’acquisto di un nuovo macchinario medico. Questo ha portato molti consumatori a credere che il loro acquisto avrebbe sostenuto l’opera di beneficenza, anche considerando il prezzo di vendita del pandoro, notevolmente più alto rispetto al classico pandoro Balocco.

La sentenza ha quindi ritenuto che la pratica commerciale in questione sia stata contraria alla diligenza professionale e idonea a falsare il comportamento economico del consumatore medio. La Balocco, in risposta, ha dichiarato che il tribunale ha respinto la richiesta di risarcimento avanzata dalle associazioni dei consumatori e si riserva il diritto di presentare reclamo contro il decreto del tribunale.