Catania | Arriva la polizia e lancia dal balcone un borsone pieno di armi: arrestato

Catania | Arriva la polizia e lancia dal balcone un borsone pieno di armi: arrestato

La polizia ha arrestato un individuo di 23 anni, con precedenti penali, sospettato di detenzione illegale di armi da fuoco, ricettazione e possesso illegale di munizioni di vario calibro.

Nella mattinata del 19 aprile, nell’ambito delle operazioni mirate al controllo del territorio e alla lotta contro il traffico di droga nel quartiere “Pigno”, gli agenti della squadra mobile della questura hanno condotto una perquisizione domiciliare presso la residenza del giovane alla ricerca di armi o sostanze stupefacenti.

Durante la perquisizione, è stato scoperto che nel giardino della casa erano nascoste una pistola revolver calibro 357 Magnum con sei cartucce dello stesso calibro, una pistola revolver calibro 38 special, un fucile calibro 12 e un fucile sovrapposto calibro 12. All’interno dell’abitazione sono state anche trovate e sequestrate 158 munizioni di diversi calibri.

Quando i poliziotti sono arrivati, il giovane ha cercato di ritardare l’apertura della porta principale e ha tentato di sbarazzarsi delle armi gettando una borsa contenente le armi dal balcone sul retro della casa. Tuttavia, gli agenti di pattuglia posizionati sul retro dell’edificio hanno notato la manovra e sono riusciti a recuperare la borsa con le armi da fuoco. Dopo il processo di repertazione svolto dalla polizia scientifica, le armi sono state sequestrate dalla squadra mobile.

A seguito del ritrovamento delle armi e delle munizioni, il giovane è stato arrestato e, dopo le formalità di rito, è stato portato nel carcere di piazza Lanza.