Cile | Proposta di legge per giorno di permesso se muore animale domestico

Cile | Proposta di legge per giorno di permesso se muore animale domestico


Chiunque abbia un animale domestico sa bene che, che si tratti di un cane, un gatto o qualsiasi altro amico a quattro zampe, dal momento in cui entra in casa diventa un membro effettivo della famiglia. È un essere da accudire non solo materialmente, ma soprattutto da amare e coccolare, instaurando un legame che spesso dura per anni, se non decenni. Tuttavia, quell’amore può trasformarsi in un profondo dolore quando il nostro compagno muore, un dolore che chi possiede un animale domestico conosce bene quanto possa essere intenso.

In Cile, hanno deciso di affrontare seriamente questa sofferenza. Il Paese sudamericano potrebbe presto adottare una legge che garantisce un giorno di permesso lavorativo a chi sta affrontando il lutto per la perdita del suo cane o gatto. Ma come è nata questa iniziativa? L’idea è stata proposta dai deputati Daniella Cicardini, Daniel Manouchehri, Pamela Jiles e Diego Schalper, dopo la morte di Duque, un bulldog francese di 10 anni del conduttore televisivo José Antonio Neme. Neme ha lanciato un appello commosso sui social media, chiedendo al mondo politico di promuovere una legge che garantisca a ogni cileno il diritto di vivere un giorno di lutto per la perdita del proprio animale domestico.

L’appello del conduttore non è rimasto inascoltato. Se approvata, la “legge Duque” concederà un giorno di permesso speciale sul lavoro e un giorno di assenza scolastica (per gli studenti) a tutti coloro che perdono un animale domestico e desiderano avere un momento di lutto e riflessione. Tuttavia, affinché ciò diventi realtà, le persone dovranno registrare i propri animali domestici nel registro nazionale e sarà necessario modificare il Codice del lavoro e la Legge generale sull’istruzione.

“La ‘legge Duque’ riconosce che in ogni casa cilena gli animali domestici sono parte della famiglia”, spiega la deputata Cicardini. “Ecco perché, se oggi esistono spazi e rispetto per elaborare il lutto quando muore una persona cara, crediamo che quando muore un animale domestico, anche chi se ne prende cura abbia lo stesso diritto a elaborare il lutto in modo appropriato”.