Cesare Cremonini e Roberto Burioni si sono uniti contro il Coronavirus. L’artista bolognese ha pubblicato sui propri account social una chiacchierata da casa con il noto medico, per cercare di risolvere alcuni dubbi dei suoi fan sul virus e per scambiarsi qualche consiglio in tema di musica. Ecco il riassunto della splendida iniziativa voluta dall’ex Lunapop, che ha approfittato della sua amicizia con il professor Burioni.

“In questi giorni ho sentito più volte il professor Roberto Burioni. Ieri sera gli ho chiesto di condividere almeno una parte delle nostre chiacchierate, in ordine sparso“, ha scritto sui social Cesare, condividendo con i fan sui propri account social la propria discussione con il noto medico. Consapevole che le sue sono domande ingenue, a volte impaurite, altre rabbiose, altre ancora piene di speranza, Cremonini ha voluto rendere note le risposte che il professor Burioni gli ha voluto dare in tema Coronavirus. Ma si è parlato anche di musica, visto che il dottore è un grande appassionato.

Spiega il cantautore bolognese:

“Come cartina geografica mi sono affidato al filo invisibile delle canzoni di Bob Dylan, dopo aver scoperto che Roberto, oltre a essere un virologo, è anche un pianista e appassionato di musica. Le canzoni dicevo. In pochi sanno, ma Dylab è l’artista più citato nelle ricerche scientifiche, a dimostrazione che la musica e la scienza vanno spesso d’accordo“.

L’artista bolognese, che da poco ha rilasciato il singolo Giovane stupida, nel suo post ha quindi ringraziato il medico, che ha promesso di suonare con lui al piano Un giorno migliore quando tutto sarà finito.

Lo stesso Burioni ha però ringraziato Cesare per la sua iniziativa:

“Questo brutto momento mi ha portato una cosa bella: un nuovo amico, Cesare Cremonini. Ci siamo proposti di stare in casa, io gli ho promesso che ricomincerò a suonare il piano e lui si è impegnato a suonare con me Un giorno migliore quando tutto questo sarà finito. E sarà finito grazie a tutti noi“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *