Crema | Inseguimento da film, banditi Foggiani armati di fucile forzano l’alt dei carabinieri: tre arresti

Crema | Inseguimento da film, banditi Foggiani armati di fucile forzano l’alt dei carabinieri: tre arresti

Tre uomini di età compresa tra i 45 e i 55 anni, già noti alle forze dell’ordine e residenti nella provincia di Foggia, sono stati catturati a Crema con l’accusa di vari reati, tra cui resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione, utilizzo di una targa falsa e detenzione illegale di arma da fuoco. Mercoledì 6 marzo, intorno alle 10:30, i carabinieri di una pattuglia della Radiomobile di Crema, lungo la strada SP 415, hanno notato un comportamento sospetto da parte dei tre occupanti di una Jeep, che sembravano osservare attentamente i loro movimenti. Gli agenti hanno quindi intimato all’autista di fermarsi, ma questi, dopo aver simulato una riduzione di velocità, ha premuto sull’acceleratore e ha preso una strada sterrata ad alta velocità, finendo però per bloccarsi nel fango. La fuga e l’inseguimento sono continuati a piedi in una zona di campagna aperta. Uno dei fuggitivi si è sbarazzato di un fucile gettandolo in un canale ormai privo di acqua. Dopo qualche centinaio di metri, i carabinieri della Radiomobile hanno raggiunto e arrestato due dei fuggitivi, rispettivamente di 53 e 55 anni. Gli altri due si sono diretti verso una cascina, ma pochi minuti dopo sono stati intercettati e bloccati da un’altra pattuglia. Il terzo uomo, di 45 anni, era alla guida di un SUV rubato in provincia di Milano alla fine di febbraio, con una targa modificata e falsa dipinta di nero. Uno dei tre arrestati (una quarta persona è ancora latitante) aveva con sé due cartucce per il fucile, un passamontagna, guanti e 5000 euro in contanti. Un altro aveva cappellini, scaldacollo e guanti. Sull’individuo rimanente sono state trovate alcune centinaia di euro in banconote. I carabinieri hanno perquisito l’auto e recuperato il fucile, con la canna mozzata, che era stato rubato all’inizio di febbraio nella provincia di Savona e che conteneva tre cartucce, di cui due erano già inserite nella canna. All’interno del veicolo sono stati trovati anche due disturbi di frequenza, uno dei quali collegato a una batteria per auto. I tre sono stati arrestati e sono attualmente detenuti nel carcere di Cremona.