Firenze |  Vandalizzata l’installazione dedicata alle vittime dei femminicidi

Firenze | Vandalizzata l’installazione dedicata alle vittime dei femminicidi

I fazzoletti fucsia sono stati tagliati, alcuni lucchetti sono stati rotti e la targa è stata imbrattata con vernice. È stata vandalizzata l’installazione spontanea in piazza Santissima Annunziata, che commemora le troppe donne vittime di violenza. Quei fazzoletti e lucchetti vengono appesi per ogni femminicidio e transicidio.

“Qualcuno ha danneggiato i fazzoletti e ha deturpato la targa con vernice. Ci chiediamo se, mentre commettevano questi atti, abbiano dedicato un momento a leggere quei nomi. Hanno rimosso una lapide! L’hanno profanata! Hanno calpestato un monumento alla memoria! Perché quell’installazione lo era e lo sarà di nuovo”, denunciano da Non una di meno.

“Consideriamo questo gesto un’ulteriore espressione della violenza sulle donne, un altro tentativo di rendere invisibile questo fenomeno”, aggiungono. “Non crediamo che sia una coincidenza che questo sia avvenuto pochi giorni dopo l’approvazione in Parlamento dell’ingresso dei gruppi anti-scelta nei consultori, con l’obiettivo di relegare la donna al suo tradizionale ruolo di madre e moglie. Con rabbia e amore, continueremo a dare vita al nostro rituale di solidarietà”.

Per domani è stato annunciato un presidio dalle 19:30 “per prendersi cura insieme di questa installazione commemorativa, riattaccando lucchetti e fazzoletti, simboli dei femminicidi avvenuti nell’aprile 2024, e ripristinando quelli danneggiati”.

Dal 8 marzo di tre anni fa, ogni 8 del mese, piazza Santissima Annunziata è diventata un luogo simbolo, con presidi per ricordare le donne uccise per mano di mariti, compagni, fidanzati o familiari.