Foggia | Medico nel interdetto dopo aver tentato di baciare una paziente

Foggia | Medico nel interdetto dopo aver tentato di baciare una paziente

Un medico di 68 anni, precedentemente in servizio nella guardia medica di Lucera, nel Foggiano, è stato interdetto dalla professione per sei mesi dal gip del tribunale di Foggia con l’accusa di violenza sessuale aggravata.

Secondo quanto riportato dai quotidiani locali, il medico avrebbe somministrato gocce di un ansiolitico a una paziente di 35 anni e successivamente avrebbe tentato di baciarla, afferrandola per le spalle. Questo episodio è stato registrato dalle telecamere di videosorveglianza.

L’incidente è avvenuto lo scorso 10 dicembre e la donna è stata interrogata dai carabinieri il 10 febbraio successivo. Secondo le ricostruzioni riportate dai giornali, la paziente si era recata alla guardia medica a causa di una crisi d’ansia.

Il medico, dopo averle posto delle domande sulla sua situazione sentimentale, avrebbe insinuato che l’ansia fosse dovuta alla mancanza di rapporti con gli uomini e le avrebbe chiesto se fosse disposta ad avere relazioni con degli sconosciuti.

Interrogato, il medico avrebbe affermato di aver abbracciato la donna solo per darle conforto, senza alcuna implicazione sessuale, sostenendo che la paziente avesse frainteso il suo comportamento a causa del panico che stava vivendo.

Nell’ordinanza del gip viene evidenziata l’incapacità del medico di controllare i propri impulsi, favorita dal suo ruolo nella struttura sanitaria che lo mette in contatto con soggetti vulnerabili.