Giorgia Meloni: “Il superbonus è una patrimoniale al contrario”, poi fa appello alla Schlein

Giorgia Meloni: “Il superbonus è una patrimoniale al contrario”, poi fa appello alla Schlein

La premier ha affrontato numerosi temi durante il suo discorso, alla conferenza di FDI a Pescara, ma è stato quando ha parlato dei bonus edilizi che il tono è diventato più accorato. Il superbonus, ha dichiarato, rappresenta “la più grande patrimoniale al contrario mai fatta in Italia” e il “più grande regalo fatto dallo Stato ai truffatori”. Meloni ha evidenziato come questa misura abbia portato a una redistribuzione dai ceti deboli a quelli più ricchi, citando l’esempio dei quartieri chic. Ha anche sottolineato il costo elevato del superbonus, oltre 200 miliardi di euro, mettendolo a confronto con il budget annuale del sistema sanitario nazionale.

Nel suo lungo intervento conclusivo a Pescara, Meloni ha difeso l’operato del governo su vari fronti, lanciando critiche all’opposizione. Ha parlato dell’immigrazione, della politica estera e dell’economia, sottolineando il ruolo del suo partito nel cambiamento dell’Italia e dell’Europa. Ha denunciato l’atteggiamento censorio dell’opposizione e ha ribadito la determinazione di Fratelli d’Italia nel parlare di politica senza paura.

Nel discorso, Meloni ha anche affrontato il tema dell’immigrazione, criticando il buonismo dell’accoglienza e denunciando il traffico di esseri umani. Ha annunciato l’intenzione di portare questo tema anche al G7, con l’obiettivo di costruire un’alleanza globale contro i trafficanti di esseri umani. Ha rivolto un appello alla segretaria del PD, Elly Schlein, chiedendo una posizione chiara su questo tema.

Meloni ha concluso il suo intervento intonando l’inno di Mameli insieme ai giovani di Gioventù Nazionale, ricevendo il sostegno della platea. Poi ha lasciato il palco sulle note di ‘A mano a mano’.