Il Papa concederà l’indulgenza a chi si astiene dall’utilizzo dei social network

Il Papa concederà l’indulgenza a chi si astiene dall’utilizzo dei social network

È interessante vedere come la Chiesa si adatti e si rinnovi nel corso del tempo, cercando di rispondere alle sfide e alle esigenze della società contemporanea. Le nuove norme della Penitenzieria apostolica per il Giubileo ordinario del 2025 rappresentano un chiaro sforzo per incoraggiare la pratica della penitenza e della carità, in linea con i valori evangelici.

 “l’Indulgenza plenaria giubilare potrà essere conseguita anche astenendosi, in spirito di penitenza, almeno durante un giorno da futili distrazioni, reali ma anche virtuali, indotte ad esempio dai media e dai social network, e da consumi superflui” si legge nel documento.

La possibilità di ottenere un’indulgenza plenaria astenendosi da distrazioni futili, sia reali che virtuali, è un richiamo alla necessità di ridurre il consumo eccessivo di media e di social network, incoraggiando una maggiore riflessione interiore e un atteggiamento di penitenza. Inoltre, l’invito a praticare l’astinenza del venerdì e a devolvere denaro ai poveri sottolinea l’importanza della solidarietà e della condivisione con i più bisognosi.

La promozione della confessione sacramentale attraverso l’offerta di fasce orarie per le confessioni e la disponibilità dei sacerdoti è un segno di attenzione alla cura pastorale delle anime, offrendo ai fedeli la possibilità di ricevere il sacramento della Riconciliazione in modo accessibile e regolare.

Queste nuove norme riflettono un impegno della Chiesa per promuovere una spiritualità autentica e un’attenzione alla giustizia sociale, incoraggiando i fedeli a vivere una vita di fede più profonda e impegnata nel servizio agli altri.