Intercettazioni Illegali, “spiati” anche il Governatore della Calabria Occhiuto e Marta Fascina

Intercettazioni Illegali, “spiati” anche il Governatore della Calabria Occhiuto e Marta Fascina

L’inchiesta della Procura di Perugia sul presunto dossieraggio coinvolge una vasta gamma di figure politiche di rilievo, tra cui il governatore della Calabria Roberto Occhiuto e la deputata Marta Fascina, nota anche per essere stata l’ultima compagna di Silvio Berlusconi. Questa inchiesta si concentra sulle centinaia di interrogazioni alle banche dati riservate, condotte dal luogotenente della Guardia di Finanza Pasquale Striano, considerate abusive dalle autorità giudiziarie. Striano avrebbe messo sotto osservazione principalmente esponenti del centrodestra, compresi ministri in carica come Adolfo Urso e Francesco Lollobrigida di Fratelli d’Italia, oltre al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giovanbattista Fazzolari.

Tuttavia, l’indagine non si limita solo ai politici. Vi sono altri nomi di rilievo coinvolti, come il vicepresidente della Camera Fabio Rampelli e l’ex sottosegretario leghista Claudio Durigon. Inoltre, tra le persone coinvolte ci sono anche giornalisti, con tre reporter del quotidiano Domani accusati di aver collaborato con Striano nell’attività di dossieraggio. Complessivamente, Striano è stato oggetto di circa 800 accessi contestati alle banche dati riservate, avvenuti dal 2020 in poi, mentre era in servizio presso la Direzione nazionale antimafia.

Ciò che rende questa vicenda ancora più complessa è il fatto che rimane ancora da chiarire l’obiettivo di queste attività di dossieraggio. Si tratta di una questione che ha suscitato grande interesse e preoccupazione, poiché coinvolge una vasta gamma di personaggi di spicco, sia nel mondo della politica che nel giornalismo, sollevando dubbi sull’uso eccessivo di strumenti investigativi riservati e sulla tutela della privacy dei cittadini.