La Roma sfiora l’impresa: tradita dalla sfortuna

La Roma sfiora l’impresa: tradita dalla sfortuna

La Roma ha dato tutto ma alla fine è stata eliminata, vedendo svanire il sogno della terza finale europea consecutiva. Nonostante il pareggio 2-2 nella semifinale di ritorno alla BayArena, il Bayer Leverkusen conquista la finale di Europa League contro l’Atalanta. Nonostante il cuore e l’orgoglio dimostrati dalla Roma, un errore nel finale è stato fatale.

La partita è iniziata bene per la squadra di De Rossi, che si è trovata in vantaggio di due gol. Nel primo tempo, Leandro Paredes ha trasformato un calcio di rigore con freddezza, mentre il portiere Svilar ha salvato la Roma in diverse occasioni. Il vantaggio di un gol ha permesso alla Roma di andare al riposo con fiducia, e nella ripresa hanno cercato di aumentare il vantaggio.

Nel secondo tempo, la squadra di De Rossi, ottiene un altro calcio di rigore per un tocco di mano di un giocatore del Bayer. Ancora una volta, Paredes ha trasformato il penalty, portando la Roma sul 2-0 e pareggiando il conto nel doppio confronto. Tuttavia, un errore inaspettato di Svilar ha cambiato le sorti della partita. Su un calcio d’angolo, il portiere giallorosso non è riuscito a trovare la palla che ha colpito Mancini e finito in rete, causando un autogol che ha spezzato le gambe alla Roma. Nel finale, un contropiede del Leverkusen ha siglato il 2-2 definitivo.

Sarebbe potuta essere una splendida finale tutta italiana contro l’Atalanta, ma sarà il Leverkusen di Xabi Alonso a disputarla. La Roma dovrà ripartire da questa prova di orgoglio per giocarsi la possibilità di entrare in Champions League nel prossimo anno.