Milano e Padova | Maxi sequestro: 2 milioni e 400mila articoli cinesi non a norma

Milano e Padova | Maxi sequestro: 2 milioni e 400mila articoli cinesi non a norma

La Guardia di Finanza ha effettuato un sequestro di grandi quantità di prodotti non conformi durante controlli condotti in negozi gestiti da personale cinese. I controlli sono stati condotti in esercizi commerciali a Padova e presso una ditta con sede legale a Milano. Durante tali operazioni, i militari hanno scoperto 2 milioni e 400mila articoli privi delle informazioni necessarie per valutarne e prevenirne i rischi derivanti dall’uso, violando le disposizioni del Codice del Consumo. Tra gli articoli potenzialmente pericolosi, le fiamme gialle hanno individuato vetrinette per esposizione, parti di manichini, blister e prezzatrici.

Uno dei sopralluoghi è stato effettuato presso un grossista d’abbigliamento che aveva in vendita oltre 10mila abiti da sposa, privi degli avvisi minimi previsti dalla normativa in materia di informazioni al consumatore. Le etichette riportavano denominazioni di materiali diversi da quelli normativamente previsti, espressi solo in sigle, in ordine non decrescente rispetto alla grammatura o in lingua diversa dall’italiano. A seguito dei sopralluoghi e dei sequestri, il legale rappresentante della ditta con sede a Milano è stato segnalato alla Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, mentre l’altro è stato segnalato alla Camera di Commercio di Padova.