Milano | Omicidio Sofia Castelli: Zakaria Atqaoui chiede scusa in aula

Milano | Omicidio Sofia Castelli: Zakaria Atqaoui chiede scusa in aula

Dopo aver chiesto scusa, Zakaria Atqaoui, 23 anni, imputato per omicidio premeditato ai danni dell’ex fidanzata Sofia Castelli, ha deciso di abbandonare l’aula del Tribunale. Davanti alla Corte d’Assise di Monza, ha fatto una dichiarazione spontanea: “Desidero scusarmi con la famiglia e con tutti coloro ai quali ho causato dolore”.

Durante la requisitoria della pubblica ministero Emma Gambardella, l’imputato ha richiesto di uscire dall’aula. È stato accompagnato in una cella di sicurezza e, successivamente, ha chiesto il permesso di fumare una sigaretta, il quale gli è stato negato, causandogli irritazione. Infine, Zakaria ha chiesto di essere ricondotto in carcere. La pubblica accusa ha richiesto l’ergastolo, sottolineando la spietatezza dell’imputato.

Il 29 luglio 2023, Zakaria Atqaoui si è nascosto nell’armadio dell’ex fidanzata Sofia a Cologno Monzese. Ha atteso quasi cinque ore, fino a quando la giovane è tornata a casa dalla discoteca e si è addormentata. A quel punto è uscito dall’armadio e l’ha colpita con diverse coltellate.