Milano | Sciopero dei trasporti confermato nel week end

Milano | Sciopero dei trasporti confermato nel week end

Lo sciopero del trasporto ferroviario previsto per il fine settimana è stato confermato, con i dipendenti di Trenitalia e Trenord che potrebbero incrociare le braccia tra le 21 di sabato 4 maggio e le 21 di domenica 5. Data la natura del weekend, non ci saranno fasce orarie garantite per i treni.

Tuttavia, per quanto riguarda la compagnia ferroviaria regionale lombarda – Trenord – c’è una speranza: la protesta è organizzata da un sindacato poco o per nulla rappresentativo dei dipendenti dell’azienda di piazzale Cadorna, quindi l’adesione del personale potrebbe essere quasi irrilevante per la qualità del servizio, che verrebbe garantita normalmente. Questa notizia è stata confermata da Trenord stessa.

“L’organizzazione Cat ha proclamato uno sciopero nazionale che interessa il trasporto ferroviario. I treni potranno subire cancellazioni. Tuttavia – afferma l’azienda lombarda – si segnala che la sigla Cat non è rappresentata in Trenord: in circostanze analoghe non si sono verificate significative ripercussioni sul servizio”.

Visto che si tratta di una giornata festiva, non sono previste fasce di garanzia. Eventuali cambiamenti saranno comunicati sul sito e sull’app di Trenord.

Nel caso di cancellazioni dei treni del servizio aeroportuale, saranno istituiti bus senza fermate intermedie tra Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto per il Malpensa Express, partendo da via Paleocapa 1, e tra Stabio e Malpensa Aeroporto per il collegamento aeroportuale S50 Malpensa Aeroporto – Stabio, oltre a quello tra Busto Arsizio FS e Malpensa Aeroporto.

Lo sciopero dei treni coinvolge diversi operatori del settore, tra cui il Gruppo FS, Trenitalia e Trenitalia Tper. Trenitalia avverte che i treni potrebbero subire variazioni o cancellazioni, e che le modifiche al servizio potrebbero verificarsi anche prima dell’inizio e dopo la conclusione dello sciopero. I passeggeri possono richiedere il rimborso del biglietto secondo le Condizioni generali di trasporto di ciascun vettore, consultabili sul sito delle singole imprese ferroviarie. Ulteriori informazioni sui collegamenti e sui servizi sono disponibili sui canali web del Gruppo FS e di Trenord, oltre che presso il personale di assistenza clienti e le biglietterie. Inoltre, sarà attivo un call center gratuito al numero 800 89 20 21.

Dopo il fine settimana, lunedì 6 maggio, lo sciopero si sposta sul fronte del trasporto pubblico locale. A Milano, Atm ha confermato l’agitazione sul proprio sito. Metro, bus e tram saranno a rischio per l’intera giornata, ma saranno garantite fasce orarie di servizio dalle 8.45 alle 15 e dopo le 18, fino al termine del servizio. Ulteriori dettagli possono essere consultati sul sito dell’azienda.