Milano | Sono stati effettuati arresti a Sondrio per il traffico di cocaina, incluso lo spaccio sulle piste da sci.

Milano | Sono stati effettuati arresti a Sondrio per il traffico di cocaina, incluso lo spaccio sulle piste da sci.

Gli agenti della Polizia di Stato di Sondrio hanno eseguito undici misure cautelari a Livigno, a Torino e in Francia, coinvolgendo undici persone, di cui cinque sono state messe in carcere, cinque ai domiciliari e una sottoposta ad obbligo di dimora. Queste azioni sono state condotte nei confronti di individui che facevano parte di una rete di distribuzione di cocaina, la quale operava anche sulle piste da sci di Livigno.

Il gruppo, secondo quanto ricostruito dalla Polizia, vantava i propri successi sui social media, mostrando armi d’assalto e grandi somme di denaro provenienti dallo spaccio di cocaina. In particolare, le indagini hanno rivelato che la rete coinvolgeva anche donne che vendevano la droga, persino in presenza dei loro figli neonati.

Gli arrestati, attraverso un latitante ricercato per omicidio, erano collegati con la mafia albanese di Scutari. Quest’ultima era attratta dalle opportunità economiche offerte da Livigno, contribuendo così a creare una pericolosa alleanza che alimentava il traffico di droga nella regione.