Milano | Un’altra truffa telefonica: chiamano con il (vero) numero della polizia postale

Milano | Un’altra truffa telefonica: chiamano con il (vero) numero della polizia postale

C’è una truffa in corso che coinvolge telefonate da presunti membri della polizia postale. I truffatori utilizzano la tecnica dello ‘spoofing’, falsificando il numero di telefono per far sembrare che provengano dalla polizia postale (02.43333011). Sebbene il numero possa sembrare autentico, si tratta di un raggiro.

Questi individui chiamano persone ignare e, ingannandole, le convincono a effettuare bonifici su diversi conti correnti. Questi casi di truffa sono diventati frequenti, e la questura di Milano sta mettendo in guardia il pubblico.

Per difendersi da questa truffa, la questura consiglia di diffidare da chiunque richieda bonifici telefonici. La polizia postale non contatta mai i cittadini per telefono per richiedere denaro e non chiederà mai loro di recarsi presso lo sportello bancario per effettuare bonifici o chiudere conti correnti. In caso di dubbio, è meglio recarsi direttamente presso gli uffici della polizia postale.

Inoltre, se ricevete una chiamata dal numero 02.43333011, è consigliabile chiudere la conversazione e richiamare lo stesso numero per verificarne l’autenticità, entrando così in contatto con la polizia postale di Milano. Inoltre, è importante denunciare immediatamente l’accaduto a una qualsiasi forza di polizia, come i carabinieri o la polizia locale. Infine, contattare la propria banca per bloccare eventuali bonifici già disposti.