Palermo | Scovata Fabbrica del Crack, trovati bruciatori, pentole e una pistola: un arresto

Palermo | Scovata Fabbrica del Crack, trovati bruciatori, pentole e una pistola: un arresto

All’interno di un magazzino nella zona della Zisa, la polizia ha scoperto un laboratorio per la produzione di droga. Il locale era attrezzato con tutti gli strumenti necessari per la preparazione del crack, tra cui pentole, bruciatori, mestoli, bilancini di precisione e sacchetti di plastica. Oltre a ciò, sono stati trovati un chilo e mezzo di stupefacenti di vario tipo e una pistola calibro 7,65 senza matricola, completa di caricatore e sei colpi.

Gli agenti del commissariato Zisa-Borgo Nuovo sono stati attirati dalla porta aperta del magazzino, che sembrava abbandonato. Lì hanno scoperto un vero e proprio laboratorio per il confezionamento della droga. Le indagini suggeriscono che il laboratorio fosse ancora in uso poco prima dell’intervento della polizia.

L’arma trovata nel laboratorio è stata sequestrata per gli accertamenti balistici, che mirano a stabilire la sua provenienza e se sia stata utilizzata in precedenza. Le indagini sono in corso per identificare chi stesse operando nel laboratorio prima dell’arrivo della polizia.

In un altro episodio nella stessa area, la polizia ha arrestato un uomo di 46 anni, con le iniziali M.V., trovato in possesso di una grande quantità di droga. L’uomo è stato fermato mentre guidava un’auto e durante la perquisizione sono stati trovati 60 grammi di hashish e 1.075 euro in contanti sotto il sedile posteriore. Successivamente, nella sua abitazione, sono stati rinvenuti ulteriori 12 grammi di cocaina, 65 grammi di hashish e 4 grammi di marijuana.