Perugia | La moglie lo denuncia ma poi sparisce: prosciolto marito

Perugia | La moglie lo denuncia ma poi sparisce: prosciolto marito

L’uomo, un kosovaro residente in Alto Tevere, è stato accusato di maltrattamenti verso la moglie, ma le accuse mosse nei suoi confronti non hanno trovato riscontro durante l’indagine. Di conseguenza, il giudice per l’udienza preliminare ha prosciolto l’imputato.

Secondo la denuncia della donna, l’uomo, trovandosi in stato di ebbrezza a causa dell’abuso di alcol, sarebbe tornato a casa e avrebbe manifestato gelosia dopo aver visto un uomo passare nella via della loro abitazione. La donna avrebbe negato di conoscere quest’uomo, ma il marito l’avrebbe aggredita fisicamente con calci e pugni al volto e al corpo.

In seguito, sempre ubriaco, avrebbe insultato la moglie, accusandola di avere un amante e minacciando di ucciderla, affermando che le forze dell’ordine non avrebbero fatto nulla. Successivamente, l’avrebbe nuovamente aggredita fisicamente, colpendola con schiaffi e pugni, afferrandola per i capelli e spingendola con violenza sul divano, causandole ferite guaribili in sette giorni.

Tuttavia, il giudice per l’udienza preliminare ha deciso di non procedere con il caso, su richiesta sia dell’accusa che della difesa, poiché non è stata fornita prova sufficiente degli eventi denunciati dalla donna, che risulta anche irreperibile.