Petilia Policastro (KR) | Agguato ad un uomo algerino: 4 arresti I NOMI

Petilia Policastro (KR) | Agguato ad un uomo algerino: 4 arresti I NOMI

Inizialmente, la banda sarebbe entrata nell’appartamento della vittima a Petilia Policastro con l’intento di rubare del denaro. Successivamente, avrebbero inseguito l’uomo, colpendolo con calci e pugni quando ha cercato di fuggire. Questo è quanto si presume sia accaduto nei confronti di un uomo algerino di 46 anni da parte di una presunta banda di quattro persone. I carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro li hanno arrestati, uno è in carcere e tre sono ai domiciliari, con accuse che vanno dalla rapina aggravata alle lesioni personali, dal porto abusivo di armi a minacce.

Le misure cautelari sono state stabilite dalla gip del Tribunale di Crotone, Elisa Marchetto, che ha descritto l’azione come estremamente violenta: gli indagati avrebbero mostrato un’aggressività brutale e spregiudicata, dimostrando un totale disprezzo per la vittima e senza alcun segno di pentimento.

In carcere è stato posto Silvano Scalise, 34 anni di Petilia Policastro, mentre ai domiciliari ci sono Alex Scalise (24 anni, Petilia Policastro), Davide Scalise (19 anni, Petilia Policastro) e Giulio Vona (21 anni, Isola Capo Rizzuto). Gli indagati sono stati interrogati ieri davanti alla gip, assistiti tra gli altri dagli avvocati Domenico Magnolia e Mario Prato.

L’episodio è avvenuto la sera del 23 febbraio scorso, quando il proprietario dell’abitazione dell’algerino ha segnalato alla Caserma dell’Arma di Petilia Policastro un tentativo di furto in corso. I carabinieri hanno immediatamente avviato le indagini e durante i controlli hanno trovato un uomo zoppicante e visibilmente agitato, con diverse ferite sul corpo.