Pordenone | Furti in ospedale mentre le pazienti partoriscono: inchiodata da un video

Pordenone | Furti in ospedale mentre le pazienti partoriscono: inchiodata da un video

Lo schema era sempre lo stesso: quando le donne ricoverate in ospedale per partorire venivano portate in sala travaglio, lei entrava e portava via soldi e preziosi dalle stanze. Tuttavia, il piano di un’operatrice socio-sanitaria è stato rovinato dalla polizia, che ha installato telecamere nascoste e l’ha colta sul fatto. È successo a Pordenone e la donna è stata denunciata. Le indagini sono iniziate dopo le denunce di furto presentate da pazienti del reparto di ostetricia-ginecologia dell’ospedale Santa Maria degli Angeli. Una donna poliziotto ha fingendo di essere una paziente ed è stata ricoverata. Nella sua stanza, però, è stata posizionata una telecamera nascosta. Come previsto, non appena la donna ha lasciato il suo letto, l’operatrice ha rovistato nel comodino. L’occhio elettronico l’ha immortalata mentre sottraeva 50 euro dal portafogli della paziente. È stata quindi bloccata e portata in questura. Sono stati accertati almeno otto furti, commessi tra marzo 2023 e febbraio di quest’anno, con un bottino di 1.200 euro in contanti e monili dal valore di duemila euro.