Roma | La rinascita dell’ archeologia con “primavera nell’archeologia”

Roma | La rinascita dell’ archeologia con “primavera nell’archeologia”

A Roma, i grandi siti archeologici della Soprintendenza Speciale aprono le loro porte per un ciclo di visite guidate, permettendo ai visitatori di scoprire luoghi unici ricchi di storie, miti e vicende senza tempo fino alla fine di aprile.

Accompagnati da guide esperte fornite da Coopculture, i visitatori avranno l’opportunità di esplorare diversi luoghi affascinanti, tra cui la Piramide Cestia, la Basilica sotterranea di Porta Maggiore, il Tempio di Minerva Medica, i templi del Foro Boario, il Mitreo Barberini e l’area archeologica di Santa Croce in Gerusalemme.

All’interno della Piramide di Gaio Cestio, presto oggetto di importanti lavori di riqualificazione insieme all’intera area archeologica di Testaccio, i visitatori potranno ammirare la camera sepolcrale di Gaio Cestio Epulone, politico romano del passato.

Le visite guidate permetteranno di esplorare anche la Basilica di Porta Maggiore, un luogo ricco di misteri e unicità, così come l’imponente Tempio di Minerva Medica, situato nel cuore dell’Esquilino. Si potranno esplorare i templi del Foro Boario, tra cui il tempio rotondo di Ercole vincitore e il tempio rettangolare di Portunus, entrambi ben conservati.

La soprintendente Daniela Porro sottolinea l’impegno della Soprintendenza Speciale di Roma nel garantire l’accesso ai siti archeologici e ai monumenti della città, offrendo un’ampia e articolata gamma di visite guidate.