Roma | Nonostante la guerra tra bande di borseggiatori, i furti continuano: 14 arresti

Roma | Nonostante la guerra tra bande di borseggiatori, i furti continuano: 14 arresti

La lotta tra bande di borseggiatori non rallenta l’attività dei malviventi. Negli ultimi tempi, i carabinieri hanno arrestato ben 14 borseggiatori operanti sui mezzi pubblici e nelle strade del Centro Storico di Roma. Si tratta di un vero e proprio far west tra bande criminali, con gruppi di latinos e rom che si contendono il territorio. Questo fenomeno preoccupante, non solo per la Capitale ma anche per molte altre grandi città europee, assume particolare rilevanza in vista del Giubileo del 2025.

L’allarme è stato riacceso dopo due gravi episodi: un borseggiatore accoltellato da un complice alla stazione metro Spagna e il brutale pestaggio di Meri Secic, una donna croata di 39 anni, avvenuto su un treno della linea B a Termini mentre era incinta. Nonostante le minacce e i metodi violenti, la donna ha denunciato i suoi aggressori, individuati come veri e propri capi del borseggio residenti nel campo nomadi di Castel Romano, che organizzano le loro attività sotto la metro.

La situazione ha richiamato l’attenzione della presidente del consiglio dei ministri Giorgia Meloni, che ha annunciato un intervento duro da parte del Governo contro i borseggiatori che operano nelle stazioni metropolitane di Roma.

Nonostante gli arresti effettuati dai carabinieri, il far west sotterraneo sembra non scoraggiare i borseggiatori. I 14 ladri sono stati arrestati nelle principali zone frequentate dai turisti, tutti accusati di furto.

Le forze dell’ordine hanno intensificato i controlli antiborseggio, con risultati positivi: in diverse operazioni, sono stati individuati e arrestati cittadini stranieri che approfittavano della folla per rubare portafogli. I turisti sono tra le principali vittime di questi furti, che avvengono sia nei luoghi affollati del centro sia sulle linee della metropolitana.

Tutti i borseggiatori arrestati sono stati denunciati e processati, confermando l’impegno delle autorità nell’affrontare questo problema crescente.