Roma | Picchia la compagna incinta procurandole un aborto, arrestato

Roma | Picchia la compagna incinta procurandole un aborto, arrestato

Un uomo di 29 anni, di origini sudamericane, è stato arrestato dai poliziotti del X Distretto Lido per maltrattamenti aggravati e interruzione di gravidanza non consensuale nei confronti della sua compagna incinta. L’arresto è scaturito da un’ordinanza applicativa della misura cautelare in carcere.

La vicenda ha avuto luogo lo scorso 22 febbraio, quando i poliziotti sono intervenuti sul Lungomare Paolo Toscanelli a Ostia, dopo una segnalazione riguardante una donna che fuggiva dal suo fidanzato, il quale la stava picchiando. La vittima è stata trovata nelle vicinanze e ha raccontato di essere scappata dalle violenze del suo compagno.

Trasportata in ospedale dal 118, la donna ha subito accertamenti che hanno confermato le violenze subite: il fidanzato l’aveva colpita ripetutamente, anche con un calcio all’addome, causandole un aborto nonostante fosse incinta da circa tre mesi.

La donna, una italiana di 23 anni, ha rivelato ai poliziotti che l’uomo aveva già manifestato in passato comportamenti violenti sia verbalmente che fisicamente.

Dopo accurate indagini condotte dagli agenti del X Distretto, l’uomo è stato rintracciato il 29 marzo e condotto in carcere.