Spagna | Operazione ‘Perseverant’, arrestato l’ultimo latitante

Spagna | Operazione ‘Perseverant’, arrestato l’ultimo latitante

Sebastian Ionut Gutuman, 23 anni, si era rifugiato a Pamplona, la famosa città spagnola della corsa dei tori, per evitare l’operazione “Perseverant”, una retata condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria il 29 febbraio scorso.

Quest’operazione, coordinata dal Procuratore Emanuele Crescenti e dal Sostituto Procuratore Davide Lucisano della Procura di Palmi, aveva scoperto i flussi di droga tra i giovani della Piana di Gioia Tauro. Le indagini erano partite dalla denuncia del padre di una giovane tossicodipendente ai Carabinieri delle Stazioni di Taurianova e di San Martino di Taurianova.

Gli approfondimenti successivi, avviati nel marzo del 2020 e conclusi anni dopo, avevano confermato i sospetti dell’uomo, evidenziando un mercato della droga attivo a Taurianova e con ramificazioni a Rosarno, Platì e Gerocarne. Gutuman era riuscito a sfuggire all’arresto e viveva con la sua famiglia a Pamplona, credendo di essere al sicuro dalla giustizia italiana. Tuttavia, gli investigatori avevano già intercettato le comunicazioni del Gutuman e dei suoi complici e ne monitoravano le attività quotidiane.

Quando la madre di Gutuman ha rivelato di essere in Spagna durante una conversazione con un parente, è stata immediatamente attivata la cooperazione internazionale tra Italia e Spagna. Grazie al Mandato di Arresto Europeo emesso dal Tribunale di Palmi, Gutuman è stato arrestato e ora attende il processo in Italia insieme agli altri indagati dell’operazione “Perseverant”.