Treviso | Uomo aggredito a calci e pugni: aveva rimproverato due adolescenti che stavano deridendo una donna

Treviso | Uomo aggredito a calci e pugni: aveva rimproverato due adolescenti che stavano deridendo una donna

Si è verificata un’aggressione brutale e ingiustificata a Treviso ieri pomeriggio, sabato 6 aprile, quando un uomo di 50 anni è stato brutalmente picchiato dopo aver rimproverato due adolescenti. I due giovani stavano “impennando” in bicicletta su una ruota, mettendo a rischio la sicurezza dei passanti. Una donna che rischiava di essere investita da loro li ha redarguiti, ma i due hanno reagito deridendola e filmandola con i loro telefoni. A questo punto è intervenuto il 50enne, che ha intimato loro di smettere di disturbare la donna.

In risposta, i due ragazzi hanno gettato a terra l’uomo, colpendolo con calci e pugni, anche con l’uso di un bidone dell’umido. L’aggressione è stata fermata da altri passanti e commercianti della zona, attratti dalle urla e dai rumori. Il 50enne è stato quindi portato in pronto soccorso, mentre i due aggressori hanno rivolto la loro rabbia contro le forze dell’ordine che hanno cercato di fermarli. Anche i carabinieri sono stati feriti, riportando lesioni lievi curabili in pochi giorni.

Il ragazzo più grande, 17enne, è stato arrestato per aggressione e resistenza a pubblico ufficiale, mentre il 15enne è stato denunciato a piede libero per lesioni. L’aggressione è avvenuta nel centro di Treviso, nel bel mezzo del pomeriggio, ed è stata registrata dalle telecamere di sorveglianza di una gioielleria. Le immagini, diventate virali in breve tempo, sono attualmente al vaglio degli inquirenti.