Vasco Rossi si sente un emarginato! Tutti lo immaginiamo come un uomo felice, soddisfatto di se stesso e della propria vita. D’altronde il Blasco è ricco, famoso, amato come pochi altri artisti in Italia e nel mondo. Ma tutto questo successo ha un prezzo, e lo ha voluto sottolineare lo stesso rocker con un post su Instagram. Ecco lo sfogo dell’artista emiliano, che ha voluto raccontare ai suoi follower tutta ‘la verità’…

“Sono un emarginato di lusso, ma pur sempre un emarginato“, ha scritto il Blasco, “tutti mi conoscono, ma io non conosco nessuno, perché ogni rapporto è comunque falsato“. L’artista ha quindi raccontato che essere famosi è molto divertente all’inizio, ma poi presenta il proprio conto. Di certo lui sa di non potersi lamentare, perché essere popolari vuol dire dare grande valore a ciò che si è fatto. Ma questo non può far passare sotto silenzio il lato negativo del successo.

“Mi spiace solo non poter camminare per strada, entrare nei negozi, entrare in un locale tranquillamente“, ha aggiunto il Blasco, che ultimamente è stato protagonista anche di un Diabolik. Una situazione che gli “pesa da morire“. Anche per questo è spesso all’estero: “Ogni tanto parto, vado dove non mi conosce nessuno. E lì mi mescolo alla gente e sto bene“. Un rapporto, quello con la gente, che il rocker di Zocca sente come necessario. Perché quando le luci sul palco si spengono bisogna rimanere comunque coscienti di quello che si è: “Il successo tende a forzarti la mano, a far crescere dentro te la sensazione che tu esista nel modo in cui ti vede la gente. Ma è sbagliato, perché se credi a queste cose, allora devi accettarne anche le conseguenze: che tu esisti solo se c’è qualcuno che ti vede. E quando non ti vede nessuno? Ti ammazzi?“. Uno sfogo diventato virale, ma che è in realtà null’altro che un’operazione nostalgia: si tratta infatti di un estratto dal libro Qui non arrivano gli angeli – Conversazione con Vasco Rossi di Massimo Cotto, pubblicato nel 2005.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *