Verona | Torna a casa con 200mila euro in diamanti in uno zaino: viene appostato e rapinato

Verona | Torna a casa con 200mila euro in diamanti in uno zaino: viene appostato e rapinato

I carabinieri hanno arrestato il rapinatore responsabile dell’aggressione, della violenza e del furto ai danni di un commerciante di gioielli avvenuto lo scorso settembre sul lago di Garda, a Brenzone, in provincia di Verona. Il colpo ammontava a 200.000 euro. Il rapinatore è un italiano di 30 anni residente a Piove di Sacco, comune in provincia di Padova. L’arresto è stato eseguito dai carabinieri di Malcesine con il supporto dei colleghi della stazione padovana, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice del tribunale di Verona.

L’aggressione è avvenuta il 5 settembre scorso, quando il commerciante è stato affrontato dal rapinatore appena fuori casa. Quest’ultimo lo ha violentemente aggredito, colpendolo ripetutamente al viso fino a farlo cadere a terra. Questo gli ha permesso di sottrarre lo zaino contenente diamanti per un valore totale di 200.000 euro. Il rapinatore si è quindi allontanato a bordo di un’auto, guidata da un complice non ancora identificato.

Il commerciante ha immediatamente denunciato il furto, dando il via alle indagini. Dopo mesi di lavoro investigativo, il rapinatore è stato individuato e arrestato, mentre continua la ricerca del complice.