Viterbo | Ultraleggero precipita poco dopo il decollo: due morti

Viterbo | Ultraleggero precipita poco dopo il decollo: due morti

Sabato 2 marzo, una tragedia ha colpito il territorio viterbese. Un ultraleggero P92 della Tecnam è precipitato a circa un chilometro e mezzo dall’aviosuperficie di Vejano. A bordo dell’aereo si trovavano due persone, entrambe residenti a Roma, rispettivamente di 59 e 62 anni, ma purtroppo per loro non c’è stato nulla da fare.

Le cause e la dinamica dell’incidente non sono ancora chiare, ma sembra che ci siano stati problemi sin dal momento del decollo. I due piloti avevano pianificato di fare una breve pausa per il pranzo all’aviosuperficie Alituscia, partendo da Fiano Romano intorno alle 13:30 di sabato. Il volo avrebbe dovuto durare una ventina di minuti, ma invece si è verificato l’imprevisto, con problemi durante il decollo e lo schianto nei pressi di Vejano, nel territorio viterbese.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i soccorritori del 118 con l’elicottero, i vigili del fuoco di Viterbo e Tarquinia, e i carabinieri. Le vittime sono state identificate come Alessandro Pecora e Giosuè Cammarata, amici e entrambi residenti a Roma. Secondo quanto riportato da ViterboToday, Cammarata, imprenditore edile, era il pilota più esperto dei due, con diversi anni di esperienza di volo accumulati in tre anni di abilitazione. Pecora, ricercatore al Cnr, aveva ottenuto l’abilitazione al volo solo alla fine del 2023. Il velivolo coinvolto nell’incidente, un P92 della Tecnam, apparteneva proprio a Pecora ed era stato acquistato da lui solo di recente.